La fotografia è “altro”

Sezione Principale - Fotografie e Passioni

Moderatori: NatRiscica, maucas, simone toson, luca rubbi

cliqueur
Messaggi: 2095
Iscritto il: lun ago 05, 2013 9:08 am
Contatta:
Di solito la fotografia di un umano con un apparecchio in mano che fotografa è attraente. L’atto del fotografare è attraente.

Spesso finché non si vede ciò che è stato effettivamente ripreso.
roger
Messaggi: 221
Iscritto il: ven apr 17, 2009 6:59 pm
cliqueur ha scritto: dom mar 31, 2024 12:02 pm Di solito la fotografia di un umano con un apparecchio in mano che fotografa è attraente. L’atto del fotografare è attraente.

Spesso finché non si vede ciò che è stato effettivamente ripreso.
In rete c'è un interessante testo di Settimio Benedusi che parla di questo:
https://www.benedusi.it/blog/il-gesto/

Ci sono decine di video su Youtube che riprendono i grandi fotografi al lavoro e come dico spesso una persona attenta, intelligente e volenterosa e sensibile può imparare molto vedendo Araki che scatta una modella.
Molto di più di quello che può imparare dall'ennesimo workshop o dall'ennesima master class (due termini anglofoni che detesto ma che qua calzano a pennello) con il photographer di turno (ecco il perché dei due anglicismi sopra).
cliqueur
Messaggi: 2095
Iscritto il: lun ago 05, 2013 9:08 am
Contatta:
Benedusi non fa molto per rendersi simpatico.

Ho fatto un workshop con Jerome Sessini 10 anni fa. Non mi ha insegnato NIENTE, ma ho visto come fotografa, cercando l’inquadratura. Le foto sue non le faceva vedere, probabilmente perché mediocri. Sa sicuramente fotografare ma in quella situazione nemmeno lui era in grado di tirare fuori qualcosa di interessante.

Non mi riferisco ai video, secondo me il folle Araki (come altri) si disinteressa del documentario e pensa a fotografare.

Penso alle still photographs di umani con una macchina fotografica in mano, possibilmente non storta, ed alla loro attrattività. Il soggetto creativo nell’intenso atto di riprendere. Raramente è dato conoscere il risultato di tale intensa attività.
roger
Messaggi: 221
Iscritto il: ven apr 17, 2009 6:59 pm
cliqueur ha scritto: gio apr 11, 2024 7:45 am Benedusi non fa molto per rendersi simpatico.

Ho fatto un workshop con Jerome Sessini 10 anni fa. Non mi ha insegnato NIENTE, ma ho visto come fotografa, cercando l’inquadratura. Le foto sue non le faceva vedere, probabilmente perché mediocri. Sa sicuramente fotografare ma in quella situazione nemmeno lui era in grado di tirare fuori qualcosa di interessante.

Non mi riferisco ai video, secondo me il folle Araki (come altri) si disinteressa del documentario e pensa a fotografare.

Penso alle still photographs di umani con una macchina fotografica in mano, possibilmente non storta, ed alla loro attrattività. Il soggetto creativo nell’intenso atto di riprendere. Raramente è dato conoscere il risultato di tale intensa attività.
Non sembra simpatico nemmeno a me però non lo conosco. In questo caso, leggendo i commenti, in pochi hanno capito cosa voleva dire, qualcuno per fortuna ha capito.

Su Araki o altri anche in questo caso non posso sapere. A me insegnano molto quei documentari.

Cosa intendi per non storta?
cliqueur
Messaggi: 2095
Iscritto il: lun ago 05, 2013 9:08 am
Contatta:
Benedusi, insieme a Toscani, ha portato avanti una campagna contro chi si definisce "fotografo" che secondo lui fotografo non è.

https://www.benedusi.it/blog/photographers/

https://www.benedusi.it/blog/fotometro/

https://www.benedusi.it/blog/dieci-rego ... ssionista/

Ok, cucino la sera per gli amici, non per questo sono uno chef. Ma vanno considerate alcune cose:
  • fare il fotografo professionista è al giorno d'oggi difficilmente sostenibile economicamente, nel senso che solo vendendo fotografie non si pagano le bollette (cit. Nausicaa Giulia Bianchi)
  • lo stesso Benedusi ha chiuso lo studio a Milano, non sembra avere più tutte le commesse di fotografia di moda che aveva prima, e fa altro (ricordi stampati)
  • I fotoamatori, cioè quelli che con un altro lavoro si procurano le risorse per finanziare tutto ciò che ruota intorno alla fotografia (apparecchi, obiettivi, accessori, libri, riviste, corsi, etc.) sono quelli che effettivamente tengono in piedi il settore fotografico, che fanno girare gli "schei". Giochiamo a fare i fotografi? E lasciateci giocare!
Se lo trovi, guardati "Arakimentari", rende l'idea del suo atteggiamento. È un folle che si diverte, certo non un atteggiamento, ma un modo di essere, e di essere fotografo.

La macchina storta: a mio vedere fotografare vuol dire rispettare linee verticali e orizzontali. La macchina evidentemente storta è una ripresa finta.
Rispondi