lentezza stenopeica ;/) in memoria di Paolo Gioli ♰

Sezione Principale - Fotografie e Passioni

Moderatori: NatRiscica, maucas, simone toson, luca rubbi

Avatar utente
[schyter]
Messaggi: 1307
Iscritto il: mer feb 08, 2017 4:24 pm
Località: Lodi
Contatta:
p
Allegati
100Fomapan001.jpg
Cos'è la fotografia pinhole? Come dire che si sente un leggero fruscio ascoltando un vecchio 78 giri su un grammofono a manovella! ;/)

La perfezione ha un grande difetto, tende ad essere noiosa. ;/)
Avatar utente
[schyter]
Messaggi: 1307
Iscritto il: mer feb 08, 2017 4:24 pm
Località: Lodi
Contatta:
Cos'è la fotografia pinhole? Come dire che si sente un leggero fruscio ascoltando un vecchio 78 giri su un grammofono a manovella! ;/)

La perfezione ha un grande difetto, tende ad essere noiosa. ;/)
Enrico-To53
Messaggi: 73
Iscritto il: sab mar 06, 2021 5:50 pm
e anche lui se ne è andato
lo ricordo in un incontro al Sicof a Milano tanti ma davvero tanti anni fa, e per la verità in quella occasione avevamo discusso animatamente per certi atteggiamenti: "voi che avete le reflex da centinaia di mila lire al collo e io faccio foto con una scatola di cartone"
si, peccato che a quella "scatola" fosse attaccato un dorso Polaroid 20x25 con relativo (ipercostoso) processore motorizzato e l'impianto luci-flash fosse della Balcar dal costo di un'auto di media cilindrata.
comunque, pose da falso bohemien a parte, nulla da dire sul suo lavoro.
Avatar utente
[schyter]
Messaggi: 1307
Iscritto il: mer feb 08, 2017 4:24 pm
Località: Lodi
Contatta:
direi che c'è ovviamente dell'altro scandagliando le tre categorie inerenti all'opera fotografica di Gioli (Bianco e Nero / Polaroid / Cibachrome) qui nel link che rimando.

http://www.paologioli.it/foto.php?page=foto

Parecchi anni fa, per me scoprirlo fu fondamentale per approcciare la fotografia stenopeica, ovviamente su altri livelli ...
Era solo la segnalazione della sua scomparsa probabilmente sfuggita a tanti e soprattutto a parecchi che probabilmente non conoscono la sua opera. Indipendente da come la si pensi sulle attrezzature. Ma oggi come ieri e ieri l'altro, al fotoamatore dilettante interessa di più disquisire sulla nuova M11, Z9, A7R* etc etc. :) lo si nota su tutti i forum più o meno blasonati.
Cos'è la fotografia pinhole? Come dire che si sente un leggero fruscio ascoltando un vecchio 78 giri su un grammofono a manovella! ;/)

La perfezione ha un grande difetto, tende ad essere noiosa. ;/)
Enrico-To53
Messaggi: 73
Iscritto il: sab mar 06, 2021 5:50 pm
è verissimo ciò che dici sulle disquisizioni preferite da molti fotoamatori, mi ci sono scontrato molte volte frequentando, da delegato regionale Fiaf, decine di circoli
il mio ricordo non del tutto positivo su Gioli deriva comunque proprio dal suo voler ostentare una presunta "povertà" operativa a fronte di una attrezzatura costosissima (ostentazione per altro assolutamente non necessaria); limitandosi a mostrare il suo lavoro ed eventualmente il suo modus operandi senza divagazioni, dato lo spessore della sua ricerca, avrebbe sicuramente generato dei ricordi molto positivi. ecco, posso dire che mi permetto, a memoria di molti anni fa, di rimproverarne una gigioneria del tutto inutile (ribadisco, tenendo conto della sua qualità artistica)
cliqueur
Messaggi: 2072
Iscritto il: lun ago 05, 2013 9:08 am
Contatta:
Luigi ed Enrico, Paolo Gioli non lo conoscevo, ho visto solo il video e quest idea del film/non film è sicuramente geniale, la fotocamera stenopeica alta 1.98, poi. Un artista e come tutti gli artisti era "oltre" (si dice che William Eggleston, tra le altre peculiarità, avesse due famiglie in due case diverse nella stessa città, caso di poliamore). Non so se avete notato che nelle interviste gli artisti con una immagine pubblica fanno spesso affermazioni alquanto originali. Farà parte dell'essere artista.

Che molti fotoamatori amino discettare dei loro "giocattoli" non mi sembra assolutamente una novità, conservo una vecchia copia de "il fotografo" dei primi anni 80 che in un articolo ironizza sull'attrazione "del pulsantino in più". Penso che tutti, in un modo o nell'altro e con una differenziata allocazione di budget abbiamo sperimentato la "Gear Acquisition Syndrome".

La mania per l'attrezzatura non è limitata alla fotografia. Luigi, in rete puoi vedere quanto sono attive le discussioni sulle canne in carbonio per la pesca sportiva e dei relativi accessori, tanto per dirne una. O sui trenini elettrici in scala. Non stigmatizzerei.
Avatar utente
[schyter]
Messaggi: 1307
Iscritto il: mer feb 08, 2017 4:24 pm
Località: Lodi
Contatta:
cliqueur ha scritto: lun gen 31, 2022 11:20 am ....
Che molti fotoamatori amino discettare dei loro "giocattoli" non mi sembra assolutamente una novità ...

Certo che no :) Forse, e ripeto forse, un tantino esageratamente. %mente nei forum dedicati alla fotografia le discussioni vertono praticamente tutte lì (vedi Juza ad esempio).

La mania per l'attrezzatura non è limitata alla fotografia. Luigi, in rete puoi vedere quanto sono attive le discussioni sulle canne in carbonio per la pesca sportiva e dei relativi accessori, tanto per dirne una. O sui trenini elettrici in scala. Non stigmatizzerei.

Qui ho grossi motivi di disaccordo ... l'attrezzatura fotografica (medium) permette all'utilizzatore di veicolare un messaggio, documentare, inventare, creare, in definitiva teoricamente, Arte (per pochi che ci arrivano) ... Un trenino, una canna da pesca, un'automobile, una racchetta da tennis, etc etc no ... E se è vero come (forse) è vero che Capa in Normandia avrebbe potuto scattare tranquillamente con una Leica e viceversa HCB con una Contax, Mc Curry poteva tranquillamente ritrarre la Ragazza Afgana con una Minolta etc etc senza cambiare di una virgola il contenuto delle proprie immagini. Ergo ... se il mezzo tecnico conta % poco relativamente al risultato finale, perchè la % di discussioni è altissima proprio sull'attrezzatura ??? La mia personale risposta è che quasi sempre si va di supercazzola con scappellamento a destra ... :) Più facile dar aria ai denti e farsi pippe mentali sulle attrezzature, che sull'opera di Paolo Gioli o di tantissimi altri ad esempio.
Cos'è la fotografia pinhole? Come dire che si sente un leggero fruscio ascoltando un vecchio 78 giri su un grammofono a manovella! ;/)

La perfezione ha un grande difetto, tende ad essere noiosa. ;/)
cliqueur
Messaggi: 2072
Iscritto il: lun ago 05, 2013 9:08 am
Contatta:
Non credo che siamo in disaccordo, anzi. La mia osservazione rafforza la tua.

Credo solo che ciascuno è libero di scrivere e parlare di ciò che vuole e come vuole.

Se poi ci spostiamo sull'analisi della relazione tra il mezzo e l'opera, gli strumenti ed il risultato comunicativo o artistico, siamo ancora più d'accordo sulla strumentalità dello strumento e sul fatto che questo non garantisce il risultato.

Confermiamo, una volta di più e ammesso che ce ne sia bisogno, che creare fotografie che abbiano un senso è attività impegnativa, molto impegnativa.
roger
Messaggi: 204
Iscritto il: ven apr 17, 2009 6:59 pm
[schyter] ha scritto: lun gen 31, 2022 6:46 pm
cliqueur ha scritto: lun gen 31, 2022 11:20 am ....
Che molti fotoamatori amino discettare dei loro "giocattoli" non mi sembra assolutamente una novità ...

Certo che no :) Forse, e ripeto forse, un tantino esageratamente. %mente nei forum dedicati alla fotografia le discussioni vertono praticamente tutte lì (vedi Juza ad esempio).

La mania per l'attrezzatura non è limitata alla fotografia. Luigi, in rete puoi vedere quanto sono attive le discussioni sulle canne in carbonio per la pesca sportiva e dei relativi accessori, tanto per dirne una. O sui trenini elettrici in scala. Non stigmatizzerei.

Qui ho grossi motivi di disaccordo ... l'attrezzatura fotografica (medium) permette all'utilizzatore di veicolare un messaggio, documentare, inventare, creare, in definitiva teoricamente, Arte (per pochi che ci arrivano) ... Un trenino, una canna da pesca, un'automobile, una racchetta da tennis, etc etc no ... E se è vero come (forse) è vero che Capa in Normandia avrebbe potuto scattare tranquillamente con una Leica e viceversa HCB con una Contax, Mc Curry poteva tranquillamente ritrarre la Ragazza Afgana con una Minolta etc etc senza cambiare di una virgola il contenuto delle proprie immagini. Ergo ... se il mezzo tecnico conta % poco relativamente al risultato finale, perchè la % di discussioni è altissima proprio sull'attrezzatura ??? La mia personale risposta è che quasi sempre si va di supercazzola con scappellamento a destra ... :) Più facile dar aria ai denti e farsi pippe mentali sulle attrezzature, che sull'opera di Paolo Gioli o di tantissimi altri ad esempio.
Le guerre di religione fra appassionati dei vari marchi dimostrano solo per l'ennesima volta che non avendo nulla da dire ci si concentra sempre su nomi e numeri e l'avvento dei sensori ha esacerbato questo comportamento.
roger
Messaggi: 204
Iscritto il: ven apr 17, 2009 6:59 pm
Enrico-To53 ha scritto: dom gen 30, 2022 12:09 pm e anche lui se ne è andato
lo ricordo in un incontro al Sicof a Milano tanti ma davvero tanti anni fa, e per la verità in quella occasione avevamo discusso animatamente per certi atteggiamenti: "voi che avete le reflex da centinaia di mila lire al collo e io faccio foto con una scatola di cartone"
si, peccato che a quella "scatola" fosse attaccato un dorso Polaroid 20x25 con relativo (ipercostoso) processore motorizzato e l'impianto luci-flash fosse della Balcar dal costo di un'auto di media cilindrata.
comunque, pose da falso bohemien a parte, nulla da dire sul suo lavoro.
Enrico ammettiamo però che in fase di ripresa puoi avere il dorso e le luci più costose del mondo, anche la pellicola più sofisticata del mondo, ma se poi davanti ci metti un fondo di bicchiere...

Pure io nella mia Holga attualmente carico pellicole professionali, come facevo in passato su varie fotocamere giocattolo caricando anche Provia o Velvia ma davanti rimane sempre un menisco di plastica montato alla meno peggio in una fabbrica cinese.

Non lo sto difendendo, sia chiaro. Alla fine anche all'opposto il discorso è sempre lo stesso, ci si fissa sull'attrezzatura, povera o ricca che sia.
:)
Enrico-To53
Messaggi: 73
Iscritto il: sab mar 06, 2021 5:50 pm
ma no, no, sicuramente non sono riuscito a spiegarmi; non è per la sua attrezzatura che ho citato quell'episodio, ma semplicemente per la finta ostentazione di "povertà" della suddetta: come se chi aveva al collo una reflex in quel momento fosse in possesso di mezzi molto più costosi dei suoi che erano (per la ripresa) una scatola di cartone! peccato però (ed è questo il succo di tutto il mio discorso) che quasi sembrasse dimenticare che affiancata a quella scatola da 100 lire ci fosse una attrezzatura milionaria, dieci volte più costosa della "reflex" che usava come simbolo per dileggiare quello che comunque era tutto sommato il suo pubblico.
Rispondi